Il casolare colonico è stato costruito in due tempi : la parte bassa con annesso porcile e pollaio risale alla metà del 1800, mentre le parte alta intorno al 1920 con relativi servizi distaccati.
Per la  costruzione sono stati utilizzati in prevalenza mattoni di argilla fatti a mano 14x28  legati con pozzolana , mentre alcune pareti sono miste a mattoni di terra essiccata anch'essi fatti a mano.
Il fabbricato nel corso degli anni ha sostenuto qualche piccola ristrutturazione di cui una nel dopoguerra.
 Le pareti della parte alta del fienile presentavano  ancora le scheggiature

delle granate. 

Prima di iniziare le opere di ripristino si mette in sicurezza la struttura puntellando e arrestando le parti pericolanti.
A seguire si passa alla rimozione non che smontaggio di tutti i mattoni delle mangiatoie della stalla , delle pavimentazioni di tutti gli ambienti e successivo scavo di sbancamento eseguito a mano ad eccezione della stalla che è stato utilizzato un mini escavatore.
Ulteriore scavo a sezione interno ed esterno per l'alloggiamento delle gabbie di ferro che andranno a formare le nuove fondazioni .






Eseguito il getto di pulizia ci apprestiamo al posizionamento delle gabbie di ferro per le fondazioni perimetrali interne ed esterne  collegate fra loro ogni  metro da da tronchi di gabbie che attraversano la parete. Alle gabbie esterne viene collegata la rete elettrosaldata per la formazione del nuovo marciapiede. 
in corrispondenza  marciapiede viene eseguita la rete fognaria per lo scolo delle acque chiare.